ME Castelmola

COD: A0028

A0028

Rigenerazione di un area abbandonata da decenni. Ripristinata con terrazzamenti con muretti a secco o assecondando il terreno.  Ripopolamento con essenze aromatiche locali per favorire gli impollinatori, colture del luogo come ulivi e mandorli intercalati da altre fruttifere e alberature di alto fusto. Assecondato lo sviluppo di piante allimurgiche, in un ottica ecosistema.

Una particella è priva di acqua di superficie, ma probabilmente c'è una fonte sotterranea. Sono stati fatti  svariati tentativi di insediare alberi da frutto, tipo ciliegio, albicocco ecc falliti. Inseriti alcuni ulivi che sembrano apprezzare. Inseriti un paio di pini mediterranei che stanno crescendo lentamente, una mimosa, quercia defunta. Un corbezzolo cresce lentamente, ma vivacemente. Ci sono alcuni mandorli spuntati da soli.

Altre particelle godono di acqua, sia da captazione che da raccolta di acqua piovana, Integrazione fra ulivi, mandorli, prugnoli, carrubo e agrumi, gelsi con piante da rimboschimento come pini, lecci e altre alberature.

una particella ha poca acqua e terreno sassoso, Alberi da frutto come fichi, meli, pero, pistacchi mandorli, ulivi,  Alcune alberature come pini, acacie, querce (piccole) con crescita lenta ma costante

In altre due particelle dfficili da raggiungere c'è solo vegetazione spontanea.

 

I TERRENI

La Nostra Rete

Il FFI costituisce una Rete nazionale di proprietà private gestite dai rispettivi proprietari nell’ottica di conservare le risorse forestali rispettando dinamiche evolutive naturali e custodendo la biodiversità.