Le mille storie dei boschi

  • redazione del FFI
  • 8 Agosto 2022
  • No Responses

Perchè non ci mandate storie relative ai vostri boschi? Le pubblicheremo come articoli nel blog e, se i boschi sono stati Donati o Affiliati al FFI, anche nelle rispettive pagine del sito come, ad esempio, quello di S. Fiora (GR) del quale le donatrici ci hanno fatto avere la loro testimonianza. Per caricare le vostre storie riempite il modulo a fondo pagina


 

In questo momento storico dobbiamo conservare e proteggere ogni singolo albero dei nostri boschi per contrastare i cambiamenti climatici e per custodire la biodiversità che questa società malata sta distruggendo in tutto il mondo.

E’ questo il motivo per cui noi del FFI siamo contrari all’odierno sfruttamento economico dei boschi, ma ciò non significa che ignoriamo o rinneghiamo il fatto che in passato lo sfruttamento dei boschi ha permesso la sopravvivenza di intere comunità umane.

C’era chi speculava sulla vendita di quanto tagliava nel bosco, magari sfruttando il lavoro di malpagati tagliaboschi, ma la gran parte di coloro che utilizzavano i boschi erano famiglie e piccoli artigiani che riuscivano a sostenersi solo utilizzando i prodotti del bosco ed effettuando piccoli tagli per garantirsi la sopravvivenza durante l’inverno.

Era un mondo duro cui non è giusto guardare oggi con rimpianto ma le cui mille storie con la s minuscola compongono la nostra Storia nazionale, la Storia con la S maiuscola. Una Storia che non possiamo perdere e, affinché ciò non accada, vogliamo recuperare quante più storie possibile.

 



Puoi caricare file di testo e immagini, verranno impaginate nel modo più simile al tuo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.