fbpx

Boschi e terreni

la Rete del FFI

Il FFI costituisce una Rete nazionale di proprietà private gestite dai rispettivi proprietari nell’ottica di conservare le risorse forestali rispettando dinamiche evolutive naturali,  custodendo la biodiversità e facendo argine al consumo di suolo.

Ettari
0ha100ha

Tipologia di Terreni

Affiliati al FFI

I terreni affiliati sono proprietà di privati cittadini che, in modo del tutto autonomo dal FFI, conservano i propri boschi senza tagli a scopo economico o che imboschiscono terreni per poi conservarli senza tagli a scopo economico.

Proprietà del FFI

Il Fondo Forestale Italiano acquisisce la proprietà di terreni aventi una di queste caratteristiche:

  • adatti ad essere forestati.
  • già boschivi, da conservare

 

Boschi e terreni del FFI sono luoghi naturali volutamente lasciati allo stato selvatico e non attrezzati. Per tale motivo, anche se sono liberamente accessibili, chi vi accede lo fa a suo rischio e pericolo, sapendo che la fondazione è libera da qualsiasi responsabilità nei suoi confronti.

GE Borzonasca

P0026

  • 0,4 ettari

PE Città Sant'Angelo

A0026

  • 1,1 ettari

AL Rocca Grimalda

A0025

  • 2,1 ettari

AO Gaby

P0025

  • 0,7 ettari

VA Lonate Ceppino

P0024

In provincia di Varese

  • 1,4 ettari

VA Jerago con Orago

A0024

Bosco ex ceduo di castagno, robinia, quercia, pino silvestre

  • 0,12 ettari

LU Bagni di Lucca

P0023

  • 2,1 ettari

NA Gragnano

P0022

Finalmente il FFI va a Sud!

  • 3,6 ettari

MC Camerino Pioraco

A0023

  • 5,9 ettari

LE Matino

A0022

Il boschetto neonato, i cui primi alberelli sono stati piantumati nel dicembre 2022, sorge in un terreno di 4200 mq rimasto incolto per quasi dieci anni e completamente privo di arbusti o alberi...

  • 0.41 ettari

BG bosco fratelli e sorelle Calvi

P0021

Il più esteso bosco del FFI

  • 110 ettari

GR Sorano

A0021

Sponda fluviale del fiume Lente, in maggioranza boschiva. Altrove ex coltivi ora oggetto di successione secondaria.

  • 3.5 ettari

BG Sovere

P0020

  • 1,1 ettari

PE Civitaquana

A0010

Oasi naturalistica "Ginestre": bosco inizialmente degradato, ma sottoposto a interventi di rinaturalizzazione

  • 1,5 ettari

VT Ischia di Castro

P0019

Bosco di 3800 mq in ottimo stato ecologico, a dispetto di tutta la zona circostante.

  • 0.4 ettari

SP Ameglia Montemarcello

P0018

Sul promontorio di Montemarcello, sul bellissimo mare ligure...

  • 2,2 ettari

TR Ficulle

A0020

  • 8,6 ettari

VC Gattinara

A0019

Terreno di proprietà dell'associazione "1 euro per salvare i nostri boschi".

  • 0,05 ettari

GR Scansano

A0018

15 ettari in provincia di Grosseto!

  • 15 ettari

PG Panicale

A0017

rinaturalizzazione in corso in Umbria...

  • 4,3 ettari

TR Montegabbione

A0016

90 ettari di bosco e di seminativo acquistati appositamente per evolvere liberamente in bosco ad alto fusto, ricco di biodiversità autoctona. Ad oggi non è per niente un bel bosco...

  • 90 ettari

SI Monticiano

A0015

Il bosco della Steccaia si estende per circa 13 ettari nella valle del torrente Farma, in un ambiente di grande interesse naturalistico e paesaggistico ...

 

  • 13 ettari

CN Oasi di Costa Suragni

A0014

L'associazione L'arca del Re Cit ha acquistato con mezzi propri un terreno e a provveduto a rimboschirlo. Ora ne affilia parte al FFI e noi ne siamo orgogliosi.

  • 2 ettari

BA Bosco di Monteferraro

A0013

Quasi 7 ettari di bosco "Bene Comune" acquistato e protetto dall'associazione Rizomi

  • 7 ettari

RM Cecchignola

P0017

Non lontano dalla fermata Laurentina della metro di Roma c'è un piccolo appezzamento di 3000mq che sarà rinaturalizzato dai volontari di Reseda Onlus

  • 0,3 ettari

SP Campiglia

P0016

Boschi che si affacciano sul bellissimo mare di La Spezia

  • 0,7 ettari

TO Villar Perosa

P0015

Quasi 10 ettari di bellissimo bosco adagiato sulla montagna. Alberi d'alto fusto di varie specie.

  • 9,5 ettari

PG Città di Castello

A0012

3 ettari

  • 3 ettari

UD Malborghetto

A0011

Un bel bosco in ricrescita di 1,5 ettari

  • 1 ettari

VA Maccagno

P0014

7000mq arrampicati sopra Maccagno, sul Lago Maggiore donati da Luciana e Roberto.

  • 0,7 ettari

TO Luserna S.Giovanni

P0013

Un bosco di quasi due ettari, un'altro di 4000mq e un piccolo prato lungo il torrente, il tutto a Luserna S.Giovanni in provincia di Torino.

 

  • 2,3 ettari

Pieve di Teco

P0012

Sei ettari di bellissimo bosco in Liguria contigui ad un'area Wilderness proveniente dal nostro stesso donatore.

  • 6,4 ettari

PT Sambuca Molin Vecchio

P0011

I 3 ettari, donati al FFI da Gianfranco e famiglia, comprendono i resti di un mulino ad acqua che era alimentato da due gore ormai ricoperte. Ecco perché la zona è indicata come "Molin Vecchio".

  • 3,2 ettari

PG MaGù

A0008

Il terreno ha un’estensione di circa 1,3 ettari; è posizionato a un’altitudine compresa tra 480 e 525 m (in località Pieve Petroia, comune di Perugia), alle falde sud-occidentali di Monte Tezio.

  • 1 ettari

SP Bonassola

P0010

Oltre due ettari in un promontorio bellissimo a Bonassola (SP)
Sono stati donati al FFI dalla signora Carla, che ringraziamo tantissimo.

 

  • 2,4 ettari

SP Sesta Godano

P0009

  • 36,4 ettari

PE Scafa

P0008

  • 0,6 ettari

PE Montesilvano

A0007

  • 2 ettari

FI Incisa e Figline Valdarno

P0007

Terreno ricevuto in donazione dai fratelli Marulli.

  • 1,9 ettari

SI Sinalunga

A0006

8 ettari di bosco che non saranno più tagliati.

  • 8 ettari

GR S. Fiora

P0006

Terreno donato dalle quattro sorelle Domenichini.

  • 4,1 ettari

LC Cremella

P0005

Bellissimo bosco di castagni e noccioli. Tenuto a ceduo probabilmente fino a uno o due decenni fa, al suo interno passa una linea di media tensione e quindi quella parte è tenuta senza alberi.

  • 1,2 ettari

AO Valpelline

A0005

Piccolo bosco di 4000 mq in pendenza sulla destra orografica del torrente Buthier, nei pressi di Valpelline (AO).

  • 1 ettari

VT S.Lorenzo Nuovo

P0004

Bosco ceduo invecchiato di quercie donato al FFI da Leonardo Cordelli. Attraversato dalla Via Francigena.

  • 1,3 ettari

CZ Feroleto Antico

A0004

Il proprietario che ha affiliato questi suoi terreni non ci ha ancora mandato foto o informazioni su di essi. Appena le avremo le troverete qui!

  • 2 ettari

SP Sesta Godano

A0003

Circa 21 ettari di boschi di faggi, querce e castagni e, in parte di terreno incolto. In buona parte è in terreno scosceso e interessato da corsi d'acqua. E' situato a Pian di Mezzo e a Vizzà nel  Comune di Sesta Godano (SP)

 

  • 13.2 ettari

MS Pontremoli

A0002

Siamo in provincia di Massa Carrara, quindi Toscana ma molto molto vicini al crinale di confine con l'Emilia, a circa 8km dal famoso PASSO DELLA CISA (1040 mt).

Nell'estate 2008 acquisto da contadini oramai emigrati in Australia da 50 anni un terreno di 13500mq con annesso rovine di una torre o edificio completamente sommerso dalla vegetazione presso l'antica via Francigena.

 

  • 1.3 ettari

PG Scheggino prato

P0003

Pratello igrofilo monofitico ad Artemisia verlotiorum. Il FFI vi ha messo a dimora specie arboree igrofile cercando di fare acquisire al soprassuolo con il passare del tempo caratteri di naturalità.

 

  • 0,2 ettari

PG Scheggino bosco

P0002

Terreno di circa 7 ettari nel comune di Scheggino (PG) ed è boschivo. Il bosco fino ad oggi è stato soggetto a ceduazione periodica, ma non sarà più tagliato a scopi economici. Lo abbiamo acquistato, insieme a P0003, grazie alle offerte di oltre 100 privati che nel 2019 hanno risposto al crowdfunding del FFI e alla elargizione liberale di una nota ditta commerciale.

  • 6,8 ettari

PE Terra Degna

A0001

Un’area di 36 ettari, in unico corpo, coltivata fino a 20 anni fa, ma poi abbandonata, probabilmente perché poco produttiva. Sul terreno insistono delle linee di elettrodotto, che lo rendono poco appetibile per l’edificazione, inoltre presenta aree a rischio idro geologico. Confina con una strada comunale e per gli altri tre lati con altrettanti fossati.

  • 36 ettari

VT Viterbo

P0001

P0001 è il nostro primo terreno, consiste in circa 5000mq e ci è stato donato da una generosa coppia di Viterbo. Metà era già forestata e l'altra metà l'abbiamo seminata con ghiande nell'Ottobre del 2018.  Non è un vasto terreno, ma per noi riveste un grande valore poiché è la prima realizzazione pratica della nostra idea: creare boschi che non saranno mai tagliati a scopo economico.

  • 0,5 ettari